NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

MALATTIE INFIAMMATORIE IMMUNOMEDIATE IN REUMATOLOGIA

Francesca Romana Spinelli

Reumatologia
Sapienza Università di Roma
Roma

In questa sezione sono riassunti e commentati i principali articoli, pubblicati nella letteratura scientifica, riferiti alle malattie infiammatorie immunomediate (IMID) in ambito reumatologico correlate ad altre patologie afferenti ad aree terapeutiche quali Gastroenterologia e Dermatologia

Le manifestazioni extra-articolari nelle spondiloartriti

Il tasso di incidenza di uveite anteriore (UA), psoriasi (PsO) e malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) è stato valutato in 3 coorti di pazienti di età compresa tra 18 e 69 anni: pazienti affetti da spondilite anchilosante (SA, n=8.517), spondiloartrite indifferenziata (SpAi, n=10.245) e artrite psoriasica (AP, n=22.67) sono state osservate tra il 1 gennaio 2006 e il 31 dicembre 2016 e confrontate con una popolazione di controllo paragonabile per età e sesso della stessa area geografica.

Il tasso di incidenza di UA, PsO e MICI era significativamente maggiore nelle 3 coorti rispetto ai controlli. Gli uomini affetti da SA e SpAi avevano un tasso di UA per 1000 anni-persona significativamente superiore rispetto alle donne affette dalle stesse patologie. Non è emersa alcuna differenza di genere per PsO e MICI.


BACKGROUND E DISEGNO DELLO STUDIO

Le Spondiloartirti (SpA) sono un gruppo di malattie che include spondilite anchilosante (SA), SpA indifferenziata (SpAi), artrite psoriasica (AP), artriti enteropatiche e artriti reattive. Questo gruppo di patologie condivide il background genetico e il quadro clinico. Uveite anteriore (UA), psoriasi (PsO) e malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) sono manifestazioni exta-articolari frequenti incluse nei diversi criteri classificativi per le SpA. Lo scopo dello studio è stato quello di analizzare i tassi di incidenza di UA, PsO e MICI in 3 diverse coorti (pazienti affetti da SA, SpAi e AP) e valutarne l’associazione con i diversi subset di SpA.

A tale scopo sono stati inclusi nello studio 3 coorti, mutualmente esclusive, di pazienti affetti da SA (n=8.517), spondiloartrite indifferenziata (SpAi, n=10.245) e artrite psoriasica (AP, n=22.67) del Registro Nazionale Svedese. I pazienti elegibili avevano effettuato almeno una visita reumatologia riportando un codice ICD-10 corrispondente alle 3 patologie. I pazienti con più di una diagnosi (n=4.480) sono entrati in una coorte mista [3014 pazienti (67%) SA e SpAi, 998 pazienti (22%) SpAi e AP, 399 (9%) SA e AP e 69 pazienti (2%) tutte e tre le diagnosi). Per ogni caso di SpA sono stati individuati fino a cinque controlli comparabili per età e sesso dal Registro della Popolazione Generale Svedese.  L’osservazione è iniziata il 1 gennaio 2006 ed è andata avanti fino al 31 dicembre 2016. I pazienti con UA, PsO o MICI pregresse sono stati esclusi dall’analisi del tasso di incidenza.


RISULTATI

Una storia di UA è stata registrata nel 22%, 15% e 2% dei pazienti con SA, SpAi e AP; le MICI erano meno frequenti, con una prevalenza del 7%, 6% e 2% rispettivamente. Infine, il 3% dei pazienti con AS e il 4% di quelli con SpAi aveva un a precedente diagnosi di PsO. Nella coorte mista la prevalenza di SA, SpAi e AP era rispettivamente del 20%, 7% e 34%.  La Tabella 1 riporta i tassi di incidenza delle diverse manifestazioni extra-articolari in SA, SpAi e AP. L’incidenza di UA è risultata maggiore nei giovani uomini affetti da SA e SpAi. Durante il follow-up il 18% dei pazienti affetti da SA, l’11% di quelli con SpAi e il 2% di quelli con AP hanno avuto recidive di UA. Non è emersa alcuna differenza di genere nel tasso di incidenza di MICI. L’associazione tra AP e MICI è risultata meno stretta rispetto a quella son AS e SpAi. La PsO è risultata associata più strettamente con le SpAi che con la SA. Nella coorte mista il rapporto del tasso di incidenza di UA, MICI e PsO era di 18.6, 38.4, 5.0 e 4.4 rispettivamente.

SA

SpAi

AP

UA

14.4 (13.2, 15.6)

7.7 (7.0, 8.5)

1.7 (1.5, 2.0)

UA – recidiva

68.5 (64.3, 72.9)

43.3 (40.2, 46.7)

4.6 (4.0, 5.3)

PsO

5.6 (5.0, 6.3)

7.7 (7.0, 8.5)

-

MICI

2.8 (2.4, 3.3)

2.5 (2.1, 2.9)

1.1 (1.0, 1.3)

Malattia di Crohn

1.4 (1.1, 1.8)

1.2 (1.0, 1.5)

0.5 (0.4, 0.6)

Rettocolite Ulcerosa

1.4 (1.1, 1.7)

1.2 (1.0, 1.6)

0.6 (0.5, 0.8)

Tabella 1. Tassi di incidenza delle manifestazioni extra-articolari nei pazienti affetti da Spondilite Anchilosante, Spondiloartrite indifferenziata a e Artrite Psoriasica.


IMPATTO NELLA PRATICA CLINICA

SA e SpAi sono fortemente associate allo sviluppo di uveite anteriore e malattie infiammatorie croniche intestinali. Nella AP è stata osservata un'associazione più debole, ma ancora significativa, con uveite anteriore e infiammatorie croniche intestinali. L’ incidenza di uveite anteriore è maggiore negli uomini rispetto alle donne affetti da SA e SpAi.


COMMENTO

Lo studio condotto su un’ampia popolazione conferma l’associazione tra UA, PsO e MICI e spondiloartriti (SA, SpAi e AP) e la maggiore incidenza di tali manifestazioni extra-articolari rispetto alla popolazione generale.  I risultati dello studio pongo l’attenzione sulla necessità di monitorare le manifestazioni extra-articolari durante il follow-up dei pazienti con spondiloartriti nel a medio e lungo termine.


BIBLIOGRAFIA

Area riservata