NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

MALATTIE INFIAMMATORIE IMMUNOMEDIATE IN REUMATOLOGIA

Francesca Romana Spinelli

Reumatologia
Sapienza Università di Roma
Roma

In questa sezione sono riassunti e commentati i principali articoli, pubblicati nella letteratura scientifica, riferiti alle malattie infiammatorie immunomediate (IMID) in ambito reumatologico correlate ad altre patologie afferenti ad aree terapeutiche quali Gastroenterologia e Dermatologia

L’intestino nella malattia psoriasica: associazione con le malattie infiammatorie croniche intestinali e non solo

Lo studio ha analizzato i pazienti ospedalizzati tra il 2000 e il 2014 del Nationwide Inpatient Sample, Healthcare Cost and Utilization Project (HCUP). L’associazione tra psoriasi/artrite psoriasica e malattie intestinali [malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) e altre 23 entità cliniche] è stata indagata con regressione logistica multivariata. Sia la psoriasi che l’artrite psoriasica hanno dimostrato un’associazione con la malattia di Crohn, con odd ratio di 2,13 (IC 2,0-2,3) e 1.95 (IC 1,7-2,2), rispettivamente. Inoltre, è emersa un’associazione tra 21 delle 23 malattie intestinali (soprattutto celiachia, epatite autoimmune e steato-epatite non-alcolica) e tra artrite psoriasica e colite ulcerosa.


BACKGROUND E DISEGNO DELLO STUDIO

La connessione tra malattia psoriasica e malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) è ben nota. Le due condizioni condividono sia il background genetico che meccanismi patogenetici comuni. Inoltre, farmaci come il metotrexato, inibitori del TNF e inibitori di IL-12/23 possono essere impiegati per trattare entrambe le condizioni.

Lo studio ha avuto l’obiettivo di quantificare la prevalenza e l’associazione di psoriasi (PsO) e artrite psoriasica (PsA) con MICI (malattia di Crohn e colite ulcerosa) e altre malattie gastrointestinali, in un ampio campione di pazienti ospedalizzati tra il 2000 e il 2014. Nei database sono stati ricercate le diagnosi di dimissione primarie e/o secondarie per PsO, PsA, MICI e altre malattie intestinali in base ai codici International Classification of Diseases – ICD-9). È stata condotta un’analisi di regressione logistica multivariata per identificare l'associazione tra psoriasi/ artrite psoriasica e malattie gastrointestinali; l’analisi è stata corretta per età, sesso, etnia, reddito, stato assicurativo, obesità, fumo e consumo di alcol nel determinare l'associazione di PsO e PsA le MICI; le altre malattie gastrointestinali sono state corrette per la diagnosi di MICI.


RISULTATI

Dei 554.266.249 pazienti ricoverati, 21.355 avevano una diagnosi primaria o secondaria di PsO con MICI, 1.233.331 senza MICI; i pazienti del primo gruppo erano significativamente più giovani (51± 0,3 anni vs. 60± 0,1 anni, p< 0,001) e più frequentemente di sesso femminile (p<0,001). I ricoveri per PsA con e senza MICI erano rispettivamente 5206 e 273.908; i pazienti con PsA e MICI erano prevalentemente donne caucasiche mentre quelli senza MICI prevalentemente ispanici. Il ricovero era significativamente più lungo nei pazienti con PsO e PsA con MICI (rispettivamente 5,4±0,1 vs. 5,2±0,02 giorni, p= 0,034 e 5,4±0,2 vs. 4,9±0,03 giorni, p= 0,004). È emersa un’associazione tra PsO e MICI [malattia di Crohn OR 2,48 (IC95% 2,4–2,6), colite ulcerosa 2,13 (IC95% 2,0-2,3)] e PsA e MICI [malattia di Crohn OR 2,66 (IC95% 2,4-2,9), colite ulcerosa 1,95 (IC95% 1,7-2,2). Inoltre, dopo aver corretto per la diagnosi di MICI, è emersa anche un’associazione tra PsO/PsA e altre malattie intestinali (le principali sono riportate nella Tabella). Dal 2000 al 2014 si è registrato un aumento dei ricoveri per PsO e per PsA (92,3% e 88,5%, rispettivamente).


PsO = psoriasi, PsA = artrite psoriasica, NAFLD = non-alcoholic fatty liver disease (steatotepatite non alcolica)


IMPATTO NELLA PRATICA CLINICA

Lo studio ha confermato, su un’ampia casistica, l’associazione tra malattia psoriasica e MICI, patologie infiammatorie accomunate da substrato genetico, alterazioni del micorbiota intestinale e immuno-patogenesi.

Inoltre, dall’analisi dei pazienti ricoverati tra il 2000 e il 2014 è emersa un’associazione con altre comorbidità gastrointestinali. In particolare, l’associazione tra malattie del fegato (epatite autoimmune, steato-epatite no alcolica e cirrosi) suggerisce uno stretto monitoraggio della funzione epatica nei pazienti affetti da PsO e PsA candidati a terapie potenzialmente epatotossiche. Il nesso tra malattie del fegato e malattia psoriasica non è chiaro né di univoca interpretazione: da una parte alcuni farmaci possono contribuire alle comorbidità epatiche; d’altra parte, la malattia psoriasica è associata ad alterazioni metaboliche e infiammatorie che possono spiegare l’associazione con alcune patologie gastrointestinali.


COMMENTO

Al di là dell’associazione tra malattia psoriasica e malattie infiammatorie croniche dell’intestino, i pazienti affetti da PsO e PsA possono presentare diverse altre manifestazioni gastroenterologiche che andrebbero tenute in considerazione nella gestione clinica. In particolare, lo studio ha evidenziato una stretta associazione con malattie immuno-mediate come la malattia celiaca e l’epatite autoimmune ma anche malattie metaboliche come la steato-epatite non alcolica. Non è da trascurare l’associazione, anche se inferiore, con le patologie neoplastiche di fegato, colon, stomaco ed esofago.


BIBLIOGRAFIA

Area riservata